Filcar: l’architetto dell’officina
08-09-2016

Filcar: l’architetto dell’officina

Quando si parla di professionalità ed innovazione per il settore dell’officina, il riferimento va sùbito a Filcar. Nata nel 1989, la company emiliana oggi è un brand riconosciuto e apprezzato a livello internazionale. Due poli aziendali (il quartier generale a Reggio Emilia e una filiale commerciale in Francia), 50 unità lavorative di cui 8 Tecnici Commerciali: questi, in sintesi, i numeri di un fenomeno imprenditoriale rigorosamente made in Italy orientato sempre all’innovazione e all’eccellenza produttiva per soddisfare le esigenze della propria clientela. Il trampolino che fa rimbalzare la crescita della Filcar (costruttore di componenti e impianti tecnici per il meccanico di officina) dal locale al globale matura inizialmente sul filone dell’aspirazione dei gas di scarico con un nutrito portafoglio di prodotti che vanno dagli arrotolatori meccanici fino ai bracci aspiranti. Su questo terreno si sviluppano, poi nel tempo, le altre ramificazioni. Tra cui, ad esempio, la realizzazione di sistemi e componenti per l’erogazione dei fluidi ed evacuazione degli oli esausti. E poi tante altre soluzioni su misura per l’autoriparatore e per il suo lavoro manutentivo. Un po’ come un architetto, la Filcar (presente in oltre 100 Paesi nel mondo e facente parte, insieme ad altre 25 aziende, del  Gruppo CO.FI.SE che vanta una consolidata esperienza nel campo industriale da quasi 60 anni) progetta l’ambiente di lavoro di un’officina. Lo studia, lo personalizza, lo rende più pratico, professionale, sicuro, ordinato, modulare ed ergonomico in base alle specifiche attività del meccanico.  “La fornitura dell’arredo tecnico- spiega Andrea Silverio Cangiano, amministratore delegato della Filcar – è funzionale e coerente al luogo di lavoro in cui esso andrà a collocarsi”. “Di una classica officina – continua – ne faremo una ricostruzione fedele nel nostro stand ad Automechanika Francoforte dove, non solo presenteremo le nostre soluzioni d’arredo, ma anche il Darwin. Un prodotto innovativo e rivoluzionario legato al comparto del gas di scarico”.

 

Innanzitutto, cosa presenterà la Filcar al pubblico di Automechanika Francoforte?

A Francoforte avremo uno stand di circa 160 metriquadri che sarà allestito in modo del tutto singolare in linea, come dire, con i concetti chiave della nostra identità aziendale. In sostanza, riprodurremo l’ambiente di una officina vista in chiave moderna e rivoluzionaria, allestendola ovviamente con i nostri prodotti. Siamo riconosciuti, su scala internazionale, come dei validi professionisti nella progettazione e personalizzazione di ambienti di lavoro dedicati alla riparazione del veicolo. Un lavoro meticoloso che parte da un’analisi iniziale dell’habitat, all’installazione dei prodotti fino all’arredo tecnico. Il tutto dando una vita più funzionale agli spazi esistenti, recuperando quelli inutilizzati con un sistemato posizionamento delle nostre attrezzature coerente con le singole esigenze dell’autoriparatore.  Così pensato e sviluppato,  viene creato un luogo di lavoro più sicuro, elegante ed efficiente. Il tutto a benefico delle attività di manutenzione che quotidianamente si svolgono all’interno di esso.

 

Nella cornice fieristica, verrà fatto un focus particolare su una determinata gamma di prodotti o su qualche nuovo articolo su cui punta l’impresa?

Sì. Presenteremo in esclusiva mondiale Darwin. Mi limito solo a dire che si tratta di un prodotto innovativo e rivoluzionario legato al comparto del gas di scarico. Nostro principale core business da cui ha preso vita la nostra attività imprenditoriale e sulla quale poi si sviluppano gli altri e successivi rami di business.

 

Quali sono gli obiettivi e le attese che nutre l’azienda dalla partecipazione alla manifestazione tedesca?

La nostra presenza nel circuito di Automechanika Francoforte è storica. Abbiamo sempre preso parte all’expo tedesco in cui, ogni due anni, si danno appuntamento tutti i principali player e attori operante nel campo della produzione e distribuzione di componenti aftermarket e attrezzatture per officine. Ci aspettiamo e ci auguriamo di poter allargare la nostra rete di relazioni con ricambisti, distributori, dealer operanti a livello mondiale.


DI STEFANO BELFIORE

http://www.inforicambi.it/interviste/filcar-officina-architetto_11250.html

https://www.facebook.com/Inforicambi/?fref=nf